Archivio mensile:agosto 2014

Mete affascinanti: andare a Dubai in autonomia

Molto spesso quella che capita in ogni persona desiderosa di viaggiare è quella di trovare un luogo, possibilmente caldo dove poter soggiornare magari qualche giorno, non è sempre facile però coniugare capacità economica, voglia di visitare il luogo e spese che decidiamo di fare.
La prima cosa è scegliere la meta, dove andare al caldo nel mese di gennaio senza spendere una follia? Potremmo optare per i luoghi classici e le mete solite, tuttavia abbiamo voglia di cambiare, Sharm è troppo ventosa, le Maldive decisamente troppo care, potremmo allora pensare di soggiornare a Dubai.
Voi tutti vi chiederete Dubai sarebbe una meta economica? La risposta è a metà strada, da una parte esiste quella Dubai suggerita da i tour operator che sicuramente è quella conosciuta da tutti, infatti se decidiamo di affidarci a un tour operator allora mettiamoci nell’ottica di spendere molti soldi.
Solitamente si parla delle classiche mete e di un giro organizzato, i tour operator come minimo di spenneranno, offrendovi subito un mega hotel a 4 stelle, data la spesa molto alta, sarete portati a sfruttare al massimo le comodità dell’hotel, quindi pasti e vizi vari verranno sfruttati all’interno di questo spazio.
Poi il seguito è abbastanza classico, si parla del solito tour panoramico della città, fatta di grattacieli e giro in autobus, talmente veloce da costringere il turista a scattare foto in fretta e furia, la sera poi è previsto il classico giro nel deserto con cena e ballerine per la danza dei 7 veli.
Per invece cercare di scoprire Dubai spendendo magari 1500 euro a testa la prima cosa da avere è un’ottima conoscenza della lingua inglese, per quanto riguarda il periodo è consigliabile il periodo compreso tra settembre e aprile.
Non esistono voli diretti, consigliabile partire da Venezia, nella tratta Venezia-Istanbul-Dubai con tappe intermedie, con la compagnia area turca, il viaggio si allunga ma è possibile spendere di meno. Tutte le informazioni le potete trovare sul sito http://www.turkishairlines.com/en-it.

Aderite e diffondete la community di chi vuole visitare, vivere o lavorare a Dubai

Dubai: storia antica e affascinante

La storia di Dubai a quando risale? La prima testimonianza scritta di questo luogo risale al 1799, uno degli edifici più antichi si chiama Forte di Al Fahidi, fu costruito nel 1787 e attualmente ospita il museo di Dubai, alla fine del 1800, Dubai venne inserita sotto la protezione britannica.
Una cosa intelligente che ha caratterizzato questo luogo rispetto ad altri a loro vicini è stato lo sviluppo del commercio e degli scambi, infatti gli emiri di Dubai incoraggiarono gli scambi, per questo motivo uomini d’affari indiani molto ricchi e influenti stabilirono in questo luogo la zona di scambi dei loro traffici.
L’intelligenza degli emiri e la loro apertura mentale, nel corso del tempo ha consentito alla città di prosperare in termini di commercio, per questo motivo il volto della Dubai moderna non è solo frutto delle riserve di petrolio delle quali la zona è ricca.
Questa intelligente commistione di commercio, lusso e petrolio conferiscono a questo luogo un fascino particolare, il turista vivrà in una condizione particolare, con la possibilità di respirare il lusso e le comodità di un territorio che ha costruito la propria ricchezza nel corso del tempo.
La politica degli emiri ancora oggi è quella di stimolare il più possibile il commercio e gli scambi, favorendo in tal modo la possibilità di attrarre uomini d’affari che portano non solo scambi, ricchezza, portano anche nomea, una popolarità che la rendono al centro delle scene di tutto il mondo.
Nello stesso tempo l’attuale reggenza cerca di stimolare il più possibile lo sviluppo della zona in termini immobiliari, cercando nuove soluzioni architettoniche che stimolino la domanda esterna, infatti il fascino, il lusso e la ricchezza, attirano irrevocabilmente capitali stranieri che decidono d’investire in questo luogo.
Un punto di richiamo per le aziende estere, queste spesso decidono di portare capitali e fare scambi di natura commerciale in questo luogo.

Dubai, superlativa e selvaggia

Volendo cercare una definizione corretta per Dubai, verrebbero in mente molte cose, certo è vero che parliamo di uno spazio quasi sospeso in un’altra dimensione, parliamo infatti di uno spazio dove la parola eccesso rappresenta in pieno quello che intorno a noi emerge.
Recandoci Dubai possiamo trovare un hotel a 7 stelle unico al mondo, possiamo guardarci intorno a scoprire uno spazio di 300 isole artificiali, nell’eccesso tutto è consentito, anche scalare l’edificio più alto al mondo e garantirsi in questo modo uno spazio di gloria e poter vedere il proprio nome scolpito a chiare lettere, la modernità avvolge il turista.
La modernità è la caratteristica che predomina in questo spazio, il turista che decide di arrivare in questo luogo è lo sfarzo, ogni dettaglio e ogni cosa sono evidenziate in modo tale che il turista verrà letteralmente avvolto dal lusso e dallo sfarzo che lo circonda.
Quello che colpisce recandosi a Dubai è la commistione tra nuovo, modernità, lusso estremo e tradizioni di un tempo, si esiste una Dubai antica, tradizioni non ancora dimenticate che rappresentano il passato di questo luogo e nello stesso tempo le sue radici.
Il suo sapore cosmopolita e vivace, fanno si che in questo luogo convivano differenze e diversità di base di vario genere, per questo motivo potrete godere di un’atmosfera nella quale l’antico e il moderno convivono non sempre in equilibrio ma anche in una sorta di contrasto piacevole.
Dubai dall’aspetto moderno è una dimensione di edifici ultramoderni e alberghi da sogno dove le parole lusso e ricchezza sono il vero marchio fabbrica, poi esiste una dimensione antica ma non tanto, basta uscire dal luogo del lusso per riscoprire il luogo selvaggio dove la natura vive ancora secondo le sue leggi.
Attraversando Dubai e recandosi fuori, possiamo ancora trovare cammelli in libertà che circolano nell’ambiente intorno.

Dubai e il più grande centro commerciale

Dubai è una nazione nella quale gli eccessi vanno di moda e non potrebbe essere altrimenti, infatti parliamo di uno stato ricchissimo, nel quale il petrolio ha costruito la fortuna del luogo, non esistono cose che a Dubai non si possano non trovare.

La nazione degli eccessi cerca di dimostrare ogni giorno al mondo che qua tutto è possibile, potremmo parlare di una grande Las Vegas, dove tutto è grande e incredibilmente lussuoso, per questo motivo ha sicuramente un fascino unico al mondo che merita di essere visto almeno una volta nella vita.

Una nazione nella quale la parola d’ordine è lusso, in ogni cosa, in ogni dettaglio questo modo di vedere le cose è contenuto, una sorta di filosofia che contraddistingue la nazione, una sorta di biglietto da visita da presentare al mondo, come simbolo di una ricchezza che sembra non avere mai fine.

La parola ricchezza si può ovviamente esprimere in vari modi, per questo motivo vivere a Dubai richiede di avere un tenore di vita più che adeguato, non è l’uomo che fa la città ma è la persona che decide di viverci a doversi adeguare al lusso che la nazione stessa esprime.

Ora la nazione progetta un qualcosa di veramente grande, costruire il più grande centro commerciale al mondo, una sorta di città nella città che godrà ovviamente di ogni confort possibile parliamo di una superficie di oltre 300.000 metri quadrati, nulla può essere lasciato al caso o esprimere una grandezza non degna di Dubai.

Al suo interno ovviamente avremo negozi di ogni sorta dove poter fare shopping, ogni genere di comodità per invogliare al massimo il turista che decide di trascorrere in questo luogo la sua giornata, ci sarà anche un sistema climatizzato in grado di coprire tutta la superficie dell’immenso centro commerciale.